Il CdA conferma pro tempore il direttore ing. Croce e il Piano Trasporti dell’Agenzia per la ripresa di settembre

Il Consiglio di Amministrazione della Agenzia del TPL di Brescia, con la partecipazione del Presidente Claudio Bragaglio, del Vicepresidente Corrado Ghirardelli, delle Consigliere Michèlle Pezzagno e Lucia Guerini, nella seduta del 29 maggio 2020 ha affrontato varie tematiche riguardanti anche la fase di progressiva riapertura delle varie attività, lavorative e scolastiche, e di conseguenza anche di una ripresa dell’uso dei mezzi di trasporto collettivo. Alla riunione ha partecipato, in rappresentanza del Collegio Revisori, anche la dott.ssa Teresa Federici.

In questa fase non si sono evidenziate particolari criticità, anche in ragione di una positiva collaborazione che si è sviluppata a livello del Tavolo Web Team, promosso dal Prefetto di Brescia, dott. Attilio Visconti, con la Provincia e Comune di Brescia, le Aziende di Trasporto, Regione Lombardia ed OO.SS. in rappresentanza dei lavoratori.

In particolare, il CdA ha valutato positivamente, con riferimento alla riapertura delle Scuole a settembre, l’intenso lavoro di esame e di proposte promosso dal Dirigente scolastico, dott. Giuseppe Bonelli, con i Dirigenti degli Istituti Superiori, anche in vista della prossima riunione del 5 giugno del WT. Anche alla luce delle ultime disposizioni ministeriali e delle indicazioni elaborate dal Comitato Tecnico nazionale, che confermano le misure di distanziamento fisico di un metro tra gli alunni nelle scuole, si rende necessario definire un corrispondente Piano dei trasporti, in particolare per le Scuole Superiori, prevedendo lo scaglionamento orario d’inizio lezioni, nonché una riduzione delle persone trasportate nell’ordine di circa un terzo della portata nominale dei mezzi.

Dall’ulteriore esame della situazione delle risorse finanziarie – anche considerando la ricaduta positiva a livello provinciale dello stanziamento predisposto per il Trasporto pubblico nazionale di 500 milioni di euro – rimane alta la criticità, nell’ordine dei 20 milioni di euro connessa ai mancati ricavi dalla vendita dei titoli di viaggio e rimborsi, con immediata e diretta ricaduta negativa sulle Aziende di TPL. Da ciò, il mandato del Consiglio di Amministrazione al Presidente di promuovere tutte le iniziative necessarie al fine di evidenziare tali criticità e di modificare un tale quadro, con ulteriori stanziamenti.

In considerazione dello scenario indicato e delle prospettive – largamente condivise – di una ripresa della domanda di trasporto pubblico solo nel medio termine, il Consiglio di Amministrazione ha convenuto sulla opportunità di indirizzare la prosecuzione dei Contratti di servizio e delle Concessioni in scadenza a fine giugno 2020 verso un durata dell’ordine di due anni, tenuto conto sia delle nuova scadenza del 31 dicembre 2021 fissata per l’espletamento delle gare dall’art.14 della “Legge di semplificazione 2020” n.11 approvata dal Consiglio regionale il 21 maggio, sia del volume di investimenti mobilitato con recenti provvedimenti governativi per il rinnovo del parco autobus.

A questo proposito, il Consiglio di Amministrazione ha condiviso le scelte di ripartizione dei co-finanziamenti prospettate da Regione Lombardia per il rinnovo del parco autobus. Nello specifico, ha salutato con favore l’assegnazione delle risorse per oltre 67 milioni di euro che saranno disponibili per il bacino di Brescia nel prossimo decennio. Di queste si stanno perfezionando le assegnazioni per circa 9,0 milioni di euro per la città di Brescia e di circa 9,5 milioni di euro che saranno a disposizione delle Aziende che operano i servizi di TPL extraurbano e che potranno beneficiare di un co-finanziamento da parte del Ministero dell’Ambiente fino all’80% del costo dei nuovi mezzi che saranno acquistati, con il solo vincolo di rottamazione di un numero equivalente di mezzi di classe Euro 4 o antecedente.

Inoltre, il CdA ha esaminato la situazione che si è determinata con la scadenza dell’incarico del Direttore dell’Agenzia, ing. Alberto Croce, e con la contestuale maturazione del suo diritto alla pensione, a partire dal 1.6.2020.

Considerando l’emergenza epidemiologica che ha comportato la sospensione od il differimento di molte attività amministrative ordinarie, il prolungarsi oltre i termini stabiliti della procedura di aggiornamento dell’Albo dei Direttori, entro cui poter effettuare le scelte per una nuova nomina, l’oggettiva impraticabilità di un’efficace interazione con i potenziali candidati ad assumere la carica di Direttore, il CdA ha unanimemente esaminato ed approvato un percorso che consentisse di assicurare continuità, competenza e professionalità nella Direzione dell’Agenzia stessa.

Considerato, peraltro, che lo Statuto dell’Agenzia del TPL prevede che “in ogni caso, il Direttore resta in carica fino al conferimento dell’incarico al nuovo Direttore” e che risulta prioritario nell’ottica di un efficace perseguimento dell’interesse pubblico, di continuare ad avvalersi temporaneamente delle competenze e dell’esperienza dell’attuale Direttore per assicurare la continuità nella direzione degli uffici e delle attività nell’ambito della peculiare situazione emergenziale in corso, il CdA ha convintamente richiesto al Direttore ing. Croce la disponibilità a rimanere in carica. Impegno che peraltro non prevede emolumenti.

La disponibilità manifestata dal Direttore a restare in carica oltre il termine attualmente stabilito del proprio mandato garantisce all’Agenzia la possibilità di proseguire senza soluzione di continuità lo svolgimento delle proprie attività istituzionali, specie in considerazione delle gravi decisioni e dei complessi conseguenti adempimenti che si prospettano a breve termine.

Il Consiglio di Amministrazione ha quindi espresso in modo unanime – convinto di interpretare pienamente anche la valutazione dei Soci, dei Componenti del Collegio Revisori, nonché di tutti i Collaboratori della Agenzia – il proprio sentito ringraziamento all’ing. Croce per la sua disponibilità alla prosecuzione pro tempore del suo qualificato impegno.

Un particolare ringraziamento viene esteso alla conduzione della direzione dell’Agenzia, a partire dall’inizio della sua attività operativa nel febbraio 2015, con il primo triennio della presidenza di Corrado Ghirardelli, oltre che un convinto apprezzamento per l’impegno, la professionalità, la correttezza, la personale disponibilità e il grande lavoro nella strutturazione dell’Agenzia – di cui peraltro l’ing. Croce porta grande e riconosciuto merito – e che hanno visto come esiti più significativi ed avanzati la predisposizione del Programma del TPL di Bacino di Brescia e del Sistema tariffario integrato. Nonché, più recentemente, anche il diretto ed intenso impegno al Tavolo prefettizio del WT nell’affrontare le ricadute per il TPL dell’emergenza Covid.